Impastare è grandioso. Ormai siamo abituati a farlo quasi sempre coi robot, invece io no, perché le mani sono sempre le mani, sono calde e infondono energia alla farina e al lievito. Se decido di impastare a mano è perché ho deciso di dedicare tempo, braccia e amore a un gesto antico che nei racconti di mia nonna si traduce in pane, chili di pane impastato da piccole mani di molte sorelle, tutte giovanissime, alcune bambine. Si panificava una sola volta a settimana ai tempi di mia nonna e il pane durava una settimana intera. Si panificava per mangiare, si panificava perché se mancava il pane mancava tutto. Impastare il pane era un gesto di nutrimento ed era faticoso. Impastare era dolore, lo dico perché una volta, a mia nonna, raccontando di lei bambina che “trombava” il pane alle 4 di mattina, è venuto da piangere e io non me lo dimenticherò mai. Allora affondo le mani nei lievitati, appena posso, per non dimenticare quei gesti così preziosi ed ora era da un po’ che non trovavo il tempo per farlo, ma qualche giorno fa finalmente ho fatto la focaccia con questo impasto soffice e croccante con patate e ho preparato due focacce con farciture diverse.

INGREDIENTI PER L’IMPASTO:

  • 300 g di semola di grano duro
  • 200 g di farina manitoba
  • 2 patate medie (peso 170g)
  • 6 g di lievito di birra
  • un cucchiaino di sale fino
  • 300 ml di acqua

INGREDIENTI PER LA FARCIA ALLE PATATE:

  • 2 patate medie
  • 100 g provola dolce
  • rosmarino sale e pepe q.b.
  • olio extra vergine di oliva

INGREDIENTI PER LA FARCIA AI FUNGHI:

  • 200 g di funghi cardoncelli
  • 150 g di speck in fette
  • 100 g di provola dolce
  • 5/6 pomodori ciliegini e origano per decorare
  • olio extra vergine di oliva
  • sale q.b.

PROCEDIMENTO:

Per l’impasto: ho lessato le patate in acqua salata. Ancora calde, le ho sbucciate. Ho messo a scaldare l’acqua ma senza farla bollire. Ho mescolato le due farine in una ciotola capiente richiudibile con un tappo ermetico. Ho schiacciato con una forchetta le due patate. (1)Ho aggiunto le patate alle farine e, a seguire, ho aggiunto al centro il sale e il lievito.(2)

Ho versato un po’ d’acqua, quella necessaria per sciogliere il lievito.(3)

Ho iniziato a raccogliere, impastando, la farina e le patate intorno aggiungendo l’acqua tiepida in alternanza, fino ad ottenere un impasto un po’ appiccicoso ma non bagnato.(4)(5)

Ho chiuso con il coperchio la coppa e l’ho avvolta in una coperta e messa a riposare in un luogo caldo della casa. Dopo un’ora è scoppiata, l’ho richiusa e rimessa a lievitare. Tempo totale della lievitazione: due ore. Il mio impasto è pronto.(8)

Per le farce: ho lavato e sbucciato le patate, le ho tagliate a fette di 2/3 mm, ho lavato e sfogliato il rosmarino.(7)

Ho pulito, lavato e tagliato a pezzi i funghi cardoncelli e li ho fatti saltare in padella in poco olio e aglio in camicia che poi ho tolto. Ho salato i funghi alla fine. Ho tagliato a fette la provola e a fette sottili lo speck (ne avevo un pezzo intero). Ho tagliato i pomodorini in 4/6 spicchi.(6)

Ho preso il mio impasto e l’ho adagiato su un pezzo di carta forno leggermente oliato. L’ho diviso in due parti, di cui una un poco più grande dell’altra. Ho messo la parte più piccola in una teglia medio/piccola oliata (da fornetto per intenderci) e l’ho stesa con le mani appena unte di olio. Ho fatto uno strato di provola sopra il quale ho disposto in ordine le patate. Ho dato una spolverata di sale, pepe e foglie di rosmarino e un filo d’olio.(9)

La parte più grande dell’impasto l’ho divisa in due. Ho steso un panetto in una teglia unta e ho farcito con funghi, provola e speck.(10)

Ho steso l’altro panetto sulla carta forno e l’ho adagiato sulla farcitura di funghi, così da chiudere la nostra focaccia farcita che ho decorato con pomodorini, origano, sale e un filo d’olio.(11)

Ho lasciato riposare le mie focacce per mezz’ora ancora e le ho infornate in forno già caldo a 220^ per 20/25 minuti circa.

Le abbiamo gustate calde e fragranti.(12)(15)(14)(16)